Durante l’estate, a causa del caldo, con più frequenza si è soliti fare il bagno e/o la doccia. Di conseguenza aumenta pure la frequenza di lavaggio dei capelli e dell’uso del phon.

Proprio d’estate, inoltre, le donne utilizzano con maggiore frequenza i prodotti cosmetici per la cura dei capelli, ma l’uso eccessivo, unitamente al cambio di stagione ed allo sbalzo di temperatura, possono portare a sgradite sorprese.

Sempre più spesso infatti uomini e donne devono far fronte alla perdita di capelli in estate e di conseguenza a sgradite sorprese davanti allo specchio.

Perdere i capelli in estate, le cause

Perdere tanti capelli in estate è per molte e per molti un vero incubo specie se si vive in quelle città dove spesso nel periodo estivo il caldo è afoso.

Può capitare in particolare di perdere i capelli d’estate, oppure di perdere i capelli dopo l’estate, ma al riguardo quali sono le cause e quali i rimedi?

Il rischio di perdere i capelli in estate riguarda potenzialmente un po’ tutti in quanto l’innalzamento delle temperature genera un’alterazione dell’equilibrio della cute.

Con la maggiore sudorazione, infatti, il cuoio capelluto è maggiormente soggetto all’azione di agenti esterni e di funghi con il conseguente rischio che si verifichino infezioni unitamente ad un indebolimento dei capelli, a causa proprio del cuoio capelluto debilitato, che tenderanno a cadere.

Perdere I Capelli In Estate RimediNon a caso è proprio durante il periodo estivo che i capelli manifestano una eccessiva secchezza tendendo così a sfibrarsi.

Di conseguenza aumentano i capelli attaccati al pettine proprio perché l’acconciatura è meno fluente con rischi di perdita di capelli che rispetto all’inverno d’estate possono presentare un tasso di caduta in aumento fino al 30%.

Serve quindi grande cura ed attenzione evitando infezioni al cuoio capelluto altrimenti è consigliabile rivolgersi ad un medico tricologo che, dopo aver individuato quella che è la natura dell’agente infettivo, sarà in grado di prescriverci il farmaco più adatto per la somministrazione e, quindi, per risolvere il problema prima che tra l’altro la situazione diventi ancor più complicata.

Perdere i capelli in estate, la prevenzione

In assenza di infezioni invece, per prevenire o scongiurare in estate la perdita dei capelli è necessario avere maggiormente cura della propria chioma iniziando da un lavaggio con maggiore frequenza al fine di mantenere sempre idratata la cute.

Perché si perdono capelli d'estateNel lavare con maggiore frequenza i capelli occorre evitare l’uso di shampoo che sono troppo aggressivi, così come sono da preferire, invece, i prodotti delicati ed arricchiti di soluzioni idratanti come per esempio il balsamo a patto che questo sia dermatologicamente testato ed ipoallergenico. Per prevenire d’estate i problemi legati alla caduta dei capelli, occorre inoltre evitare l’esposizione diretta e prolungata al sole.

A tal fine è consigliabile la copertura della chioma con indumenti freschi, dal berretto al cappellino e passando per qualsiasi altro copricapo come per esempio la bandana oppure un foulard senza però stringerli eccessivamente.

Massima attenzione d’estate, per chi soffre di problemi legati alla perdita dei capelli, deve essere riposta pure nella cura della chioma quando si fa il bagno in piscina. Durante e la doccia e quando si nuota in piscina, infatti, è consigliabile l’uso delle cuffie in quanto il troppo cloro presente nell’acqua può contribuire a favorire la caduta dei capelli.

Pure la corretta alimentazione, inoltre, contribuisce a prevenire i problemi di caduta dei capelli attraverso il mantenimento in estate del corpo ben idratato bevendo molta acqua, così come sono da evitare i cibi grassi, a partire dalle fritture, optando invece per una dieta a base di frutta e di verdura che è ricca di fibre e di vitamine.

In particolare, per quel che riguarda la frutta è da preferire quella secca, dalle noci alle mandorle e passando per le nocciole, ma anche i semi di zucca e di girasole unitamente ad una dieta dove non devono mancare i legumi, i latticini, le uova ed il pesce privilegiando quello azzurro e quello dei mari del nord che è ricco di Omega3.

Perdere i capelli in estate, i rimedi naturali

Rispetto all’inverno d’estate la perdita dei capelli, se non eccessiva, rientra in tutto e per tutto in un fenomeno naturale che può essere contrastato, per esempio, massaggiando il cuoio capelluto con olio tiepido.

Quello del massaggio con olio tiepido è infatti uno dei metodi naturali e casalinghi più utilizzati, magari una o al più due volte la settimana nel periodo estivo, affinché il cuoio capelluto venga mantenuto idratato.

L’azione dell’olio tiepido, che funge in tutto e per tutto da balsamo naturale, andrà a rinforzare le radici dei capelli.

Tra gli ingredienti naturali ideali contro la perdita dei capelli c’è anche l’aloe vera che è nota per le sue proprietà terapeutiche. I suoi nutrienti, infatti, sono in grado di combattere non solo la caduta, ma anche il diradamento dei capelli e la forfora.

Se la fase di caduta dei capelli diventa acuta, inoltre, il processo può essere contrastato assumendo integratori alimentari privilegiando in particolare quelli che sono a base di vitamine del gruppo B ed E, e che sono anche ricchi di sali minerali, dal rame al ferro e fino ad arrivare allo zinco. Trattasi infatti di vitamine e di sali minerali che sono in grado, agendo nel nostro organismo, di accelerare la successiva fase di ricrescita dei capelli.

Perdere i capelli in estate, caduta stagionale o patologica?

Per tutti la perdita dei capelli rappresenta un problema che quasi sempre genera preoccupazione, e che deprime, ma prima di allarmarsi è bene rilevare se trattasi di una caduta stagionale oppure di un processo di natura patologica.

Perdere qualche capello ogni tanto, a causa dei frequenti lavaggi e delle temperature estive elevate, rientra infatti nella normalità, mentre se il pettine o la spazzola si riempiono ogni volta di capelli quando li pettiniamo o li spazzoliamo, allora è bene rivolgersi ad uno specialista.

Questo perché in tal caso lo specialista sarà chiamato a verificare se si è presenza del classico telogen effluvio stagionale, con la conseguenza che poi i capelli ricresceranno, oppure se c’è in effetti in corso un problema legato alla ricrescita dei capelli.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO