Dieta Omeopatica Per Dimagrire: Funziona o No?

0
1411

Chi è obeso, o comunque in sovrappeso, spesso le prova tutte per perdere sperimentando ogni tipo di dieta, inclusa la dieta omeopatica per dimagrire.

In certi casi, al fine di perdere peso, si assumono pure dei farmaci quando invece, con un po’ di buona volontà ed un pizzico di attenzione in più, è possibile ridurre e controllare il proprio peso corporeo senza grosse rinunce e adottando dei metodi che sono naturali.

Perdere peso con la dieta omeopatica

Dieta Omeopatica Per DimagrireTra questi c’è la dieta omeopatica per dimagrire che da molti è considerata un buon metodo per perdere peso, ma funziona o no?

Ebbene, l’omeopatia per dimagrire velocemente è basata su tutta una serie di rimedi naturali che vanno scelti in base alle caratteristiche ed all’età di chi deve perdere peso.

Per esempio ci sono trattamenti più indicati per i bambini e per i giovani che hanno la tendenza ad ingrassare, ed altri invece che sono ideali per i pazienti obesi o in sovrappeso che sono magari anziani con l’arteriosclerosi e l’ipertensione arteriosa. E ancora pazienti con il diabete, che sono obesi con anemia, o che per esempio hanno problemi tiroidei.

Scopri quali trattamenti naturali migliorano la digestione e riattivano il metabolismo.

Risolvere i problemi di peso con l’omeopatia

Ed il tutto fermo restando che la dieta omeopatica funziona se e solo se si evita l’automedicazione e ci si affida, invece, ad un omeopata qualificato. Ed allora, come l’omeopatia può rivolvere i nostri problemi di peso?

Ebbene, chi obeso o in sovrappeso, recandosi presso un omeopata qualificato  potrà conoscere quello che è il proprio percorso personale per dimagrire utilizzando dei metodi e dei trattamenti naturali che, per bruciare i chili in eccesso, svolgono principalmente le seguenti tre funzioni: migliorare la digestione, favorire ed accelerare il drenaggio dei liquidi, riattivare il metabolismo.

Una dieta omeopatica per dimagrire

come Risolvere i problemi di peso con l’omeopatia L’approccio omeopatico per dimagrire è personalizzato in quanto si è di norma obesi o in sovrappeso per cause che sono diverse e soggettive visto che c’è chi ingrassa a causa della fame nervosa, chi è goloso di cibo a qualsiasi ora del giorno, e chi invece magari ingrassa perché eccede con il cibo di sera e/o di notte.

In base alle cattive abitudini del paziente l’omeopata qualificato indicherà così il trattamento o i trattamenti naturali che saranno più efficaci al fine di perdere peso, dall’Antimonium crudum all’Argentum nitricum e passando per la Coffea, la Pulsatilla e la Calcarea carbonica.

Nello scegliere l’approccio omeopatico per dimagrire è bene sapere che il sovrappreso o l’obesità per l’omeopatia non è una malattia ma una condizione di disequilibrio del nostro corpo  con la conseguenza che i rimedi naturali indicati dall’esperto, associati ad uno stile di vita sano, permetteranno di riequilibrare l’organismo e di tornare finalmente in forma.

 Leggi anche: Andare in bicicletta fa dimagrire? 

Di conseguenza c’è sempre una dieta omeopatica per dimagrire personalizzata, dall’omeopatia per dimagrire in menopausa all’omeopatia per dimagrire gambe e passando per l’omeopatia dimagrire pancia.

Il trattamento utilizzato, ovverosia il dimagrante omeopatico, o gli integratori omeopatici per dimagrire, sono naturali e rispetto ai medicinali tradizionali non hanno effetti collaterali se non in persone che sono estremamente sensibili e comunque in casi eccezionali.

Vantaggi dieta omeopatica

I vantaggi della dieta omeopaticaLa dieta omeopatica, come sopra accennato, non ha effetti collaterali, ma questo non è l’unico vantaggio visto che i trattamenti indicati dallo specialista sono non solo efficaci, ma anche in grado di agire su più fronti risolvendo vari disagi legati al sovrappeso come ad esempio il tipico e fastidioso gonfiore alla pancia.

La dieta omeopatica, inoltre, è tale che non ci si concentra, con i rimedi naturali utilizzati, sul cibo e sulle porzioni ma sulla ricerca del benessere fisico facendosi aiutare proprio dallo specialista omeopata che è in grado di fissare per ogni paziente un percorso personalizzato in base a quello che è, per quel che riguarda l’alimentazione, ogni comportamento specifico.

In altre parole, la dieta omeopatica non è una dieta da fame, ovverosia basata su un basso apporto calorico, ma incentrata sull’uso di rimedi naturali e sull’evitare tutti quegli alimenti che possano interferire con l’azione benefica che generano prodotti come l’Argentum nitricum, la Calcarea carbonica o la Pulsatilla.

Dieta omeopatica, cibi e bevande da evitare

In particolare, sono di norma da evitare, in regime di dieta omeopatica, tutti quei cibi e quelle bevande che possono interferire con i rimedi omeopatici, dagli alcolici all’eccessivo consumo di zucchero, per esempio esagerando nel mangiare dolci, e passando per il caffè, il sale raffinato ed aromi forti come la menta.

Attenzione alle bevande alcooliche ed all’eccessivo consumo di bevande ricche di zucchero (insomma: basta Coca Cola!)

In alternativa allo zucchero, invece, vanno bene i dolcificanti naturali così come il caffè può essere senza problemi sostituito dal decaffeinato naturale oppure dal caffè d’orzo.

Evitando gli alimenti sopra indicati i rimedi omeopatici possono agire con l’obiettivo primario che è quello non di dimagrire, che rappresenta un effetto conseguente, ma quello di liberare il nostro organismo da tutte quelle tossine accumulate che impediscono un regolare funzionamento del nostro corpo, e che di conseguenza portano poi all’accumulo di grasso.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO