Che cos’è un colpo d’aria? Ebbene, il colpo d’aria altro non è che l’effetto legato ad uno sbalzo di temperatura che può andare a colpire e ad interessare molte parti del corpo.

Non a caso, dopo aver preso un colpo d’aria, ci si chiede come curare colpo d’aria alla spalla, come curare il colpo d’aria agli occhi, o come curare colpo d’aria all’occhio.

Ed ancora come curare un colpo d’aria al petto, come curare colpo d’aria alla schiena e come curare un colpo d’aria al collo. Ma come si fa, prima che a curarlo, ad evitare il colpo d’aria?

Colpo d’Aria quando

Ebbene, nel chiedersi che cos’è il colpo d’aria, oppure a come curare colpo d’aria occhio, occorre fare attenzione al fatto che il problema è di norma legato ad un comportamento poco attento durante la vita quotidiana, per esempio quando fa freddo e nonostante tutto si veste troppo leggeri.

Ed in generale il colpo d’aria, tra l’altro, può manifestarsi tutte le volte che tra l’ambiente interno e quello esterno c’è una differenza eccessiva di temperatura, e tutte le volte che ci si espone a correnti fredde includendo pure quelle generate dall’uso dell’aria condizionata.

Colpo d’Aria sintomi

Dato che, come sopra accennato, il colpo d’aria può manifestarsi in molte parti del corpo, ne consegue che i sintomi più evidenti possono essere di tanti tipi spaziando, in particolare, dalla rigidità muscolare, quando il colpo d’aria colpisce la schiena, alle contratture muscolari a livello del collo e passando per il dolore agli occhi e fastidi nei movimenti spesso pure alla spalla ed alla scapola.

Ma ci sono rimedi per curare il colpo d’aria?

Colpo d’Aria disturbi e conseguenze

Che cos’è un colpo d’ariaDai primi sintomi del colpo d’aria in poco tempo si manifestano i disturbi e le relativi conseguenze.

Per esempio, se il colpo d’aria interessa gli occhi, allora questi si presenteranno arrossati e si potrà anche avvertire dolore al tatto, mentre se colpisce l’orecchio i fastidi spesso non sono circoscritti solo al padiglione oculare, ma generano pure problemi e fastidi al momento della masticazione, della deglutizione ed anche quando ci si sdraia.

Se il colpo d’aria genera invece problemi di natura muscolare ed articolare, allora sono frequenti in tal caso fastidi che spaziano dal torcicollo ai dolori alla schiena e passando per i problemi alla cervicale.

Detto questo, in caso di colpo d’aria non curato dai disturbi si rischia di passare alle conseguenze a partire dalla congiuntivite, se il colpo d’aria interessa gli occhi, e passando per le otiti se colpisce l’orecchio, ed il classico colpo della strega se invece il colpo d’aria va ad interessare la schiena.

Attenzione in ogni caso a non confondere i sintomi legati ad un possibile colpo d’aria con i dolori muscolari ed articolari che possono sorgere in caso di posture scorrette, posizioni scomode, ed anche quando vengono spostati, caricati e/o scaricati degli oggetti pesanti.

Ed ancora i dolori alla testa ed alle spalle, spesso associati ad un colpo d’aria, spesso invece sono frutto di uno stato di tensione a livello fisico, muscolare ed emotivo in presenza di situazioni e di condizioni di forte stress.

Colpo d’Aria come curarlo

Ebbene, oltre alla prevenzione, per curare il colpo d’aria il rimedio consigliato è colpo d'aria come curarlorappresentato da qualche giorno di riposo in caso di contratture muscolari, mentre se il colpo d’aria ha portato fastidi al collo, allora la raccomandazione è quella di fare esercizi ruotando la muscolatura con dolcezza.

Ed ancora, se il colpo d’aria preso è tale da avere dolore a più parti del corpo, allora è bene in tal caso applicare del ghiaccio avvolto in un panno in modo tale che questo diventi umido.

Contro gli effetti da colpo d’aria, inoltre, sono raccomandate le saune ed i bagni turchi che attenuano gli effetti legati all’esposizione ai forti sbalzi di temperatura.

E lo stesso dicasi, contro i dolori muscolari ed articolari su tutte le parti del corpo interessate dal colpo d’aria, per una o più sedute in un centro massaggi specializzato. Inoltre, se il colpo d’aria preso è tale che molte parti del corpo si sono irrigidite, ed i muscoli sono bloccati, allora va bene anche qualche giornata trascorsa in palestra seguendo un piano di esercizi indicato da un istruttore.

Inoltre, se il colpo d’aria preso è tale che molte parti del corpo si sono irrigidite, ed i muscoli sono bloccati, allora va bene anche qualche giornata trascorsa in palestra seguendo un piano di esercizi indicato da un istruttore.

Colpo d’Aria nei bambini

Nonostante le dovute precauzioni, spesso pure i bambini sono soggetti ai colpi d’aria, ed in tal caso occorre subito prendere le dovute precauzioni. E questo perché nei più piccoli spesso i colpi d’aria sono associati alle cosiddette malattie da raffreddamento che generano infezioni a causa di virus e/o batteri.

Colpo d'aria nei bambiniIn particolare, in relazione agli ambienti, occorre sempre evitare che il bambino sudi troppo ed è importante che il bambino segua una corretta alimentazione mantenendolo idratato e non rinunciando mai nella dieta all’assunzione di frutta e verdura.

Altrimenti aumenta il rischio che il bambino, frequentemente, a causa dei colpi d’aria manifesti tosse, raffreddore ed anche qualche linea di febbre.

Per esempio, come vi vestireste voi per uscire? Ponetevi questa domanda quando ci si prepara ad uscire con il proprio bambino visto che questo spesso viene vestito troppo con la conseguenza che tenderà maggiormente a sudare e ad esporsi alle malattie da raffreddamento a causa proprio dei colpi d’aria.

Colpo d’Aria negli anziani

Al pari dei bambini, pure gli anziani sono i soggetti più a rischio di colpi d’aria con possibili conseguenze e disturbi al sistema respiratorio.

E questo perché i colpi d’aria, associati alle malattie da raffreddamento, possono aprire la strada ai batteri ed ai virus che, presenti a livello delle mucose nasali e delle mucose orali, si possono poi diffondere fino a livello dei polmoni.

Di conseguenza, in presenza di colpi d’aria associati a malattie da raffreddamento, agli anziani è consigliato il riposo, magari cercando di stare a letto senza stancarsi e senza prendere freddo. Ed il tutto senza dimenticare di bere molti liquidi e di effettuare al bisogno degli effluvi andando a respirare il vapore generato da una pentola dove è presente acqua bollente.

E se si è fumatori, in presenza di colpi d’aria associati a malattie da raffreddamento agli anziani è raccomandato di smettere di fumare evitando tra l’altro anche il fumo passivo.

[content-egg module=Amazon]
CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO