Acido Ascorbico e Bicarbonato di Potassio: A Cosa Servono?

Un antidonto importante contro i mali peggiori.

0
3053
Acido Ascorbico e Bicarbonato di Potassio

Quando si parla di acido ascorbico ci riferiamo ad un composto organico che è presente in natura e che spicca per le sue proprietà antiossidanti.

Mentre il bicarbonato di potassio è un sale di potassio dell’acido carbonico che solo raramente si trova in natura.

Detto e definito anche come idrogenocarbonato di potassio, il bicarbonato di potassio a temperatura ambiente si presenta come un solido inodore di colore bianco e risulta essere a livello chimico il prodotto della reazione tra il carbonato di potassio, il biossido di carbonio e l’acqua.

Ma detto questo, l’acido ascorbico ed il bicarbonato di potassio a cosa servono?

Acido ascorbico noto anche come vitamina C

acido ascorbico a cosa serveEbbene, l’acido ascorbico è comunemente noto anche come vitamina C, ma anche come acido ascorbico e300 in base ad una delle sigle con le quali l’Ue indica la vitamina C ed i suoi sali.

Questi sali, in particolare, sono importanti nel settore industriale in quanto trattasi di additivi alimentari che garantiscono la corretta conservazione dei cibi. Ed ancora, l’acido ascorbico viene definito pure come principio antiscorbutico in quanto la carenza di vitamina C negli esseri umani determina la comparsa dello scorbuto.

Nel dettaglio, l’assunzione di adeguati livelli di vitamina C garantisce negli esseri umani il corretto funzionamento del sistema immunitario da un lato, e della sintesi di collagene nell’organismo dall’altro. Gli esseri umani senza la vitamina C non possono creare il collagene che è in grado di rinforzare la pelle, le ossa, i muscoli ed i vasi sanguigni.

Acido ascorbico negli alimenti

Bicarbonato di PotassioTra gli alimenti più ricchi di vitamina C spiccano gli agrumi, i pomodori, i peperoni, i kiwi ed i vegetali a foglia verde. Per una corretta assunzione di vitamina C nella dieta, inoltre, è bene ricordare che la cottura dei cibi può comportare una drastica perdita di acido ascorbico alla quale si può rimediare in parte cucinando i cibi adottando una cottura rapida e con poca acqua.

L’azione principale legata all’assunzione della vitamina C è quella antiossidante, così come l’acido ascorbico presenta una spiccata capacità di mantenere stabili vitamine come la A e la E, la vitamina B1, nota anche come tiamina, e la vitamina M che è più comunemente conosciuta come acido folico.

Comprare Acido Acorbico Online

Acido ascorbico e bicarbonato di potassio = ascorbato di potassio

Dall’unione dell’acido ascorbico e del bicarbonato di potassio si ottiene un sale derivato dalla vitamina C che prende il nome di ascorbato di potassio.

In particolare, per ottenere l’ascorbato di potassio occorre prendere l’acido ascorbico puro in soluzione acquosa da unire al bicarbonato di potassio.

Ascorbato di PotassioIl rapporto in termini di peso deve essere tale che per ogni acido ascorbico 1 kg occorre unire una quantità doppia di bicarbonato di potassio a fronte di un pH che tende in pochissimo tempo alla neutralità.

L’assunzione di ascorbato di potassio permette non solo di arrestare, ma anche di riequilibrare nel corpo umano l’insorgere di processi degenerativi con un conseguente rafforzamento della risposta immunitaria all’aggressione di agenti esterni.

Inoltre, al netto dell’intolleranza del paziente alla vitamina C, l’assunzione di ascorbato di potassio è esente da tossicità come da effetti collaterali, ragion per cui in teoria il composto può essere assunto dal paziente a tempo indeterminato.

Nel proteggere le cellule dai rischi di degenerazione, l’ascorbato di potassio risulta essere in assoluto il composto con il maggior potere antiossidante.

Comprare Bicarbonato di Potassio Online

Ascorbato di potassio preparazione

L’ascorbato di potassio viene preparato e poi inserito in bustine predosate sigillate, in ambienti privi di umidità e sotto vuoto. E questo perché il bicarbonato di potassio e l’acido ascorbico risultano essere non solo estremamente fotosensibili, ma anche altamente igroscopici, il che significa che temono l’umidità.

Questo significa che l’ascorbato di potassio non può essere realizzato con reazioni chimiche fai da te acquistando separatamente l’acido ascorbico ed il bicarbonato di potassio.

Inoltre, le bustine dove è contenuto l’ascorbato di potassio, ai fini di una corretta conservazione, per quanto sopra detto devono essere composte da carta, polietilene ed alluminio con il duplice obiettivo della protezione dall’umidità e dalla luce solare.

Ascorbato di potassio assunzione

L’assunzione dell’ascorbato di potassio non deve essere in ogni caso basata su dosaggi fai da te, ma sempre e solo sotto controllo e consulenza da parte del proprio medico di base.

E questo perché il dosaggio è di norma correlato sia alla storia sanitaria della persona, sia a specifici parametri clinici.

Ascorbato di potassio e medicina alternativa

Nel campo della medicina alternativa l’ascorbato di potassio era uno dei componenti di base delle terapie contro la lotta ai tumori portate avanti dal Dott. Gianfranco Valsé Pantellini.

gianfranco valse pantelliniBiochimico fiorentino, nonché scopritore delle qualità curative dell’ascorbato di potassio contro il cancro e contro le malattie degenerative, il Dott. Gianfranco Valsé Pantellini è morto nel mese di dicembre del 1999, ma i suoi studi vengono portati avanti dall’omonima Fondazione che da un lato, nella cura contro il cancro e contro le malattie degenerative.

Non promette miracoli così come non pensa di essere dalla parte della verità, ma nello stesso tempo punta a diffondere quelli che, sugli effetti dell’ascorbato di potassio con ribosio, sono le ‘ipotesi di lavoro’ supportate da dati, da fatti e da ricerche scientifiche.

In accordo con quanto riportato sul sito Internet della Fondazione Valsé Pantellini, l’ascorbato di potassio, in assenza di fattori di rischio, ed in pazienti che presentano analisi del sangue nella norma, può essere assunto a tempo indeterminato, ed anche nella formulazione contenente il ribosio, tutti i giorni a digiuno la mattina, ed in particolare un quarto d’ora prima di sedersi a tavola per la prima colazione.

Inoltre, l’ascorbato di potassio può essere assunto anche in presenza di diabete a patto però di controllare con regolarità i livelli di glucosio e di insulina nel caso in cui questa venga assunta.

La Fondazione precisa altresì che quella con l’ascorbato di potassio non può essere considerata una terapia alternativa in quanto trattasi di una metodica di base che, a fronte di ogni precauzione ed accorgimento, può essere applicata ed associata anche a protocolli standard ospedalieri includendo pure la radioterapia e la chemioterapia.

Inoltre, sottolinea altresì la Fondazione Valsé Pantellini, i protocolli con ascorbato di potassio, in presenza di patologie degenerative, possono essere utilizzati anche in preparazione agli interventi chirurgici.

Ordina Ascorbato di Potassio Online

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO